[]
Riconoscimento utente
Username
Password

Reclami della clientela

Reclami

La Banca di Credito Cooperativo Brianza e Laghi s.c. presta grande attenzione e dedica risorse affinché la relazione con la propria clientela sia improntata ai criteri di massima efficienza, correttezza e trasparenza. In questa ottica ha adottato procedure interne idonee ad accogliere le istanze della clientela, garantendo risposte sollecite ed esaustive.

Il Cliente, nel caso in cui non abbia trovato soluzione ad un problema rivolgendosi direttamente al personale della banca, ha il diritto di presentare formale reclamo.

Per presentare un reclamo occorre inviarlo in forma scritta, per posta ordinaria o raccomandata a.r., o in via informatica agli indirizzi sotto riportati, oppure consegnarlo direttamente allo sportello della Banca presso il quale è intrattenuto il rapporto. L'Ufficio Reclami della Banca provvederà tempestivamente a confermare l'avvenuta ricezione del reclamo ed evaderà le richieste pervenute entro 60 giorni per i reclami in materia bancaria/finanziaria e servizi di investimento, 45 giorni per i reclami in materia assicurativa e 15 giorni per i reclami aventi ad oggetto servizi di pagamento PSD 2.
Per agevolare la presentazione del reclamo scritto la Banca ha predisposto un Modulo di inoltro dei reclami disponibile anche presso il punto trasparenza presente in ogni Filiale

Se il Cliente non riceve risposta entro i termini previsti, ovvero se non è soddisfatto della risposta, può presentare ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario - ABF - (nel caso di servizi bancari e finanziari nonché per i reclami attinenti gli obblighi di comportamento a cui gli intermediari sono tenuti nei confronti dei contraenti polizze assicurative, esclusi servizi di investimento) o all’Arbitro per le Controversie Finanziarie - ACF - (nel caso di servizi di investimento nonché per la violazione degli obblighi di informazione, correttezza e trasparenza dei rapporti contrattuali aventi ad oggetto le polizze relative ai rami III° e V° del D.Lgs. n. 209/2005, sottoscritte dopo il 1° luglio 2007 ).

Recapiti ai quali indirizzare i reclami:

Per posta ordinaria o raccomandata a.r.:

Banca di Credito Cooperativo Brianza e Laghi s.c. – UFFICIO RECLAMI
Via IV Novembre 549 – 22040 Alzate Brianza (CO).

A mezzo fax: +39 031 619594

Per posta elettronica:

e-mail: reclami@brianzaelaghi.bcc.it

PEC: 08329.bcc@actaliscertymail.it


icona pdf Modulo per presentazione Reclamo BCC Brianza e Laghi

icona pdf Avviso nuovi termini di risposta a reclami in materia di servizi bancari e finanziari

icona pdf Informativa alla clientela reclami intermediazione assicurativa

icona pdf Rendiconto attività Gestione Reclami nel 2020

Arbitro Bancario Finanziario

L’ABF, organismo autonomo e imparziale nei compiti e nelle decisioni, è un sistema di risoluzione delle controversie tra i clienti da una parte e le banche e gli altri intermediari finanziari dall’altra. Si tratta di un sistema “stragiudiziale” alternativo, più semplice, rapido ed economico rispetto al ricorso al giudice che non prevede la necessità di assistenza legale da parte di un avvocato.

Si può ricorrere all’ABF solo dopo aver cercato di risolvere la controversia inviando un reclamo scritto all’intermediario. L’intermediario deve rispondere al reclamo entro 60 giorni. Se non lo fa o se il cliente non è soddisfatto della risposta, allora è possibile rivolgersi all’ABF, entro 12 mesi dalla presentazione del reclamo all'Intermediario. Se la decisione dell’ABF è ritenuta non soddisfacente, il cliente, l’intermediario o entrambi possono rivolgersi al giudice.

Può ricorrere all’ABF chiunque abbia o abbia avuto rapporti contrattuali – o sia entrato soltanto in relazione – con un intermediario per servizi bancari e finanziari, compresi i servizi di pagamento.

L'ABF può decidere su tutte le controversie che riguardano i servizi bancari e finanziari (ad es. i conti correnti, i mutui, i prestiti personali):
- fino a € 200.000 (se si chiede una somma di denaro);
- senza limiti d'importo (se si chiede solo di accertare diritti, obblighi e facoltà).

Restano escluse le controversie che riguardano:
- servizi o attività con finalità di investimento;
- beni o servizi diversi da quelli bancari e finanziari;
- operazioni o comportamenti anteriori al 1° gennaio 2009;
- controversie già all'esame dell'autorità giudiziaria o di arbitri o di conciliatori.

Per maggiori informazioni collegati al sito Arbitro Bancario Finanziario
 

icona pdf La Guida informativa sull'ABF in parole semplici

Arbitro per le Controversie Finanziarie

L’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) è operativo dal 9.1.2017 ed è un sistema di risoluzione extragiudiziale delle controversie, istituito presso la CONSOB, a cui l’investitore può ricorrere per sottoporre controversie sorte con un intermediario ( banche, sim, sgr ecc.) per violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza nella prestazione dei servizi e attività di investimento.

Non rientrano nell'ambito di competenza dell'ACF le controversie che implicano la richiesta di somme di denaro per un importo superiore a € 500.000,00.
L'accesso all'Arbitro è del tutto gratuito per l'investitore e sono previsti termini rapidi per giungere a una decisione.
Il ricorso può essere proposto esclusivamente dall'investitore al dettaglio quando sui medesimi fatti:

  • non siano pendenti altre procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie;
  • sia stato preventivamente presentato un reclamo alla Banca e lo stesso non sia stato accolto, in tutto o in parte, dalla Banca oppure siano decorsi più di 60 giorni dalla sua presentazione senza che la Banca abbia comunicato all'investitore le proprie determinazioni;
  • non sia decorso più di un anno dalla presentazione del reclamo.

Il diritto riconosciuto all'investitore di ricorrere all'Arbitro è irrinunciabile ed è sempre esercitabile anche nell’ipotesi in cui siano presenti nei contratti clausole che consentano di devolvere la controversia ad altri organismi di risoluzione extragiudiziale.

Per maggiori dettagli si rinvia al sito dell'ACF.

icona pdf Informativa procedura reclami controversie finanziarie (ACF)

icona pdf La Guida informativa sull’ACF

Conciliatore BancarioFinanziario

Il Conciliatore BancarioFinanziario è un'associazione che offre vari modi per

affrontare e risolvere le questioni che possono sorgere tra un cliente e una

banca o un intermediario finanziario. Mette a disposizione più tipi di servizi con

l'obiettivo di concludere in tempi brevi e in modo economico le controversie,

senza ricorrere alla magistratura; i servizi offerti sono:

1) Mediazione; 2) Arbitrato.

Per questi servizi è possibile rivolgersi al

Conciliatore BancarioFinanziario

(organismo iscritto nel registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a

Roma, Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821.

Per ulteriori approfondimenti si rimanda al sito internet:  http://www.conciliatorebancario.it

icona pdf Regolamento di procedura per la mediazione con il Conciliatore

icona pdf Regolamento Arbitrato